65.000 Visitatori

30.000 MQ

7 Settori

300 Espositori

4 - 12.03.2017

SOGNO... UNA NOTTE DI MEZZA ESTATE - Rosa Kathy Ruoso

Home»Festival dei Giardini 2019»SOGNO… UNA NOTTE DI MEZZA ESTATE – Rosa Kathy Ruoso
SOGNO… UNA NOTTE DI MEZZA ESTATE – Rosa Kathy Ruoso

 

 

GIARDINO n.08 – PAD 6

Il giardino proposto potrebbe  essere realizzato in ambito urbano visto come piccolo giardino pubblico dove incontrarsi  per fare due chiacchere o per leggere in una piccola oasi. Quelle piccole oasi verdi  spesso abbandonate  purtroppo nelle nostre città dove a volte da secoli sopravvivono i grandiosi monumenti verdi , incolumi del cemento, dello smog e del tempo. Come in una piccola oasi nel centro di Parigi a pochi passi da Notre Dame dove sopravvive  una vecchia e stanca Robinia probabilmente la più vecchia di Francia lì da quattro secoli sopravvissuta a battaglie e rivoluzioni. Quanti di questi luoghi incontriamo nelle nostre città dove basterebbe veramente poco… un’aiola fiorita, un tavolino, due sedie o una panca, in compagnia di un buon libro, magari acquistato in un negozietto zeppo di libri come la storica libreria parigina Shakespeare and Company, fondata nel 1919, che si trova proprio accanto alla nostra vetusta Robinia Parigina.

Oppure il progetto potrebbe essere realizzato sopra una copertura piana o un garage interrato e dare vita ad un giardino pensile, un giardino di relax per le persone che vi lavorano o studiano nell’edificio sottostante. Ma quanti sono i benefici di un tetto verde? Veramente molti! Le piante hanno un notevole effetto sul microclima circostante consentendo di diminuire anche di diversi gradi la calura estiva, la gestione delle acque meteoriche , con conseguente miglioramento della permeabilità della superficie con maggiore ritenzione idrica, l’assorbimento delle radiazioni elettromagnetiche e l’aumento della resa dei pannelli a energia solare e fotovoltaico, l’aumento delle superfici di compensazione e biodiversità come a Basilea dove le coperture a estensivo hanno permesso  l’insediamento di specie autoctone di avifauna delle zone umide del Reno, alcune delle quali già in via di estinzione. Non da ultimo la fruizione della superficie piana per farne un giardino sul tetto e sfruttarlo per organizzare Party o feste estive come nel nostro caso, dove volutamente non sono state inserite essenze arboree di grandi dimensioni.

Il progetto parte da un portale di ingresso bianco e da uno spazio esterno diviso tra i due colori del tema: il grigio (cemento) ed il verde che pian piano si impossessa del territorio… oltre la soglia una profusione di colori, di profumi, fiori, piante, acqua…festa! Già, perché no? Una festa all’aperto, una cena tra amici, un anniversario, un matrimonio? E quindi? – “SOGNO…UNA NOTTE DI MEZZA ESTATE”-  Ecco pronte molte idee su come arredare un giardino per un’occasione speciale, non importa se si tratta di un giardino pubblico o del nostro giardino di casa o dell’aiuola condominiale…l’importante è rendere il giorno o la sera magica ed indimenticabile.

Un buon progetto di base del giardino consente di gestire, arredare e godere della bellezza di fiori e piante in ogni stagione dell’anno, questo è quanto un buon progettista dovrebbe saper fare. Tutto diventa poi facile con le sapienti mani di abili fioriste che sanno intrecciare fiori e colori con maestria, tanto da rendere ogni oasi verde un piccolo paradiso per godere con tutti i sensi quanto la natura sa regalarci ogni giorno.

 

PROGETTISTA: Rosa Kathy Ruoso

 

VIVAISTA: Paviotti Srl

 

COLLABORATORI e SPONSOR: Az.Agr.Vivai Lino Pivetta

 

APPROFONDIMENTI

 

 


SPONSOR

logo claber 2008

 


DIREZIONE ARTISTICA E COORDINAMENTO

Arch.Giovanna Bellotto

 

giovanna-bellotto

ADESIONE DI

 

 

AIAPP


Comments are closed.