65.000 Visitatori

35.000 MQ

7 Settori

300 Espositori

4 - 12.03.2017

Ortogiardino eguaglia il record 70.000 visitatori

Home»Blog»Ortogiardino eguaglia il record 70.000 visitatori
Ortogiardino eguaglia il record 70.000 visitatori

ORTOGIARDINO EGUAGLIA IL RECORD: 70.000 VISITATORI
Main Menu » News » Ortogiardino eguaglia il record: 70.000 visitatori
Si conferma la manifestazione leader a livello nazionale per l’orto-florovivaismo e per l’architettura del paesaggio.

E’ stata un grande successo la 36^edizione di Ortogiardino, Salone della floricoltura, orticoltura, vivaismo che si è chiuso domenica 15 marzo alla Fiera di Pordenone. Il risultato finale di 70.000 visitatori, e riporta l’orologio indietro di circa 10 anni a quando la manifestazione ha segnato i traguardi migliori in assoluto in termini di numero di visitatori.
Un pubblico eccezionale, che conferma Ortogiardino come la manifestazione più importante per gli appassionati di giardinaggio e dell’architettura del verde di tutta Italia. Importante la quota di visitatori stranieri (14% del totale) che soprattutto nei weekend sono arrivati a Pordenone da Slovenia, Croazia e Austria con viaggi organizzati dalle agenzie o singolarmente. Nonostante ancora in convalescenza per i postumi di un intervento chirurgico, il presidente di Pordenone Fiere Alvaro Cardin ha voluto esprimere la sua soddisfazione per il successo di Ortogiardino complimentarsi con lo staff e con tutti i collaboratori che hanno contribuito alla manifestazione. “Un risultato che, sommato a quello ottimo di Cucinare (Salone dell’enogastronomia che si è tenuto alla Fiera di Pordenone 15 giorni fa e che si è chiuso con un +30% sul numero dei visitatori del 2014), sembra portare una ventata di ottimismo alla Fiera di Pordenone ma non solo. Se la Fiera è un indicatore dell’andamento del mercato forse questi dati possono far ben sperare in una ripresa dei consumi per Pordenone e il suo territorio”. “Format di successo come quello di Ortogiardino e di Cucinare qualificano Pordenone Fiere per la sua capacità di innovare e sperimentare – il commento di Pietro Piccinetti amministratore delegato. – Nell’ambito delle fiere medio piccole italiane questa azienda si è ritagliata un ruolo di primaria importanza sia per la qualità delle sue manifestazioni (di pubblico e per operatori) sia per il processo di internazionalizzazione avviato. Un riconoscimento arriva a Pordenone Fiere proprio dalla scelta di AEFI (Associazione italiana delle Fiere) che terrà proprio qui la riunione del Comitato Internazionalizzazione (di cui Piccinetti è presidente) e Fiere in Rete lunedì 16 marzo alle ore 11.00”
resizedimage750277-COLLAGE-FESTIVAL2015_2
Con questa edizione di Ortogiardino si conferma anche il processo di trasformazione di questa iniziativa: da manifestazione leader per gli appassionati di giardinaggio a salone di riferimento per l’architettura del paesaggio italiana. Artefice di questo mutazione è il Festival dei Giardini, evento nell’evento, che grazie ad un format unico nel panorama fieristico italiano stimola il lavoro sinergico di architetti paesaggisti sul fronte progettuale e vivaisti in fase realizzativa. Dopo una selezione su più di 50 progetti di piccole aree verdi sul tema “Armonia e botanica”, le 13 proposte migliori sono state realizzate ed esposte al pubblico di Ortogiardino che li ha accolti con ammirazione e stupore. La premiazione dei progettisti e dei vivaisti realizzatori dei giardini vincitori si è tenuta proprio domenica in un tripudio di verde e colori e alla presenza dei vertici di Pordenone Fiere e del direttore artistico.
Il successo di Ortogiardino è merito anche del ricco programma di eventi collaterali che hanno fatto da contorno ai giardini e allo shopping verde dei visitatori. Il Giardino delle Meraviglie , curato da Lucia Minotto, anche quest’anno ha intercettato i gusti dei visitatori proponendo un’originale mostra di arredi e decori per giardini e terrazzi realizzati da artigiani e piccole aziende. Regina incontrastata anche di questa edizione del Salone è stata l’orchidea, protagonista  della storica mostra mercato a lei dedicata “Pordenone orchidea” realizzata  anche quest’anno grazie all’appassionato lavoro di Guido De Vidi. L’edizione 2015 sarà ricordata per un’importante intitolazione: l’esemplare più bello tra le 200 orchidee in mostra è stato dedicato a Pier Paolo Pasolini per celebrare il 40° anniversario della sua morte. Sempre molto affollato il mercato di Campagna Amica organizzato da Coldiretti Pordenone con i prodotti dell’agricoltura a km 0 e il Salone dei sapori con i prodotti tipici al padiglione 1.
Grazie alle belle giornate che hanno fatto sentire già la voglia di vacanza ai visitatori, molto interesse ha riscosso la Fiera Verde Blu, un’area all’esterno dei padiglioni dove una decina di concessionarie hanno presentato camper e caravan di varie dimensioni e con vari allestimenti. La vera novità di questa edizione di Ortogiardino è stato l’evento URBANGREEN: alla conquista dell’orto urbano. Mini-orti e “bombe floreali”, un evento ideato e realizzato da Marcolin Covering Srl in collaborazione con GRABGROUP Architettura Arte Design, che ha coinvolto centinaia di bambini con esperimenti di coltivazione domestica utilizzando materiali di riciclo.

Il tempo di smantellare i giardini e il 28, 29, 30 marzo i padiglioni 7-8-9 della Fiera di Pordenone riapriranno per accogliere la nuova manifestazione dedicata alla ristrutturazione, al risparmio energetico alla bioedilizia: Eco Casa Energy.

Comments are closed.