65.000 Visitatori

35.000 MQ

7 Settori

300 Espositori

4 - 12.03.2017

Atteso pubblico da record in fiera per il gran finale di Ortogiardino

Home»Blog»Atteso pubblico da record in fiera per il gran finale di Ortogiardino
Atteso pubblico da record in fiera per il gran finale di Ortogiardino

alto pubblico 2Inizia il secondo weekend di Ortogiardino alla Fiera di Pordenone con convegni tecnici e green design in primo piano.

Entra nel vivo il secondo weekend di Ortogiardino: la manifestazione sarà aperta alla Fiera di Pordenone ancora sabato e domenica dalle 9.30 alle 19.30. Gli ingressi fino ad ora confermano i numeri del 2015 quando c’era stato un aumento del 51% rispetto ai visitatori all’anno precedente. Un dato che porta una ventata di ottimismo in vista del secondo weekend di manifestazione quando con il bel tempo è previsto un pubblico da record in fiera.

 

giardino pad. 5 2Da cinque anni la Fiera di Pordenone ha avviato un processo di trasformazione di Ortogiardino: da manifestazione leader per gli appassionati di giardinaggio a salone di riferimento anche per addetti ai lavori, architetti paesaggisti, vivaisti, agronomi e operatori del verde pubblico. Artefice di questo mutazione è il Festival dei Giardini, evento nell’evento curato dalla direttrice artistica arch. Elisabetta Sari, che stimola il lavoro sinergico di architetti paesaggisti, agronomi e vivaisti che culmina nella realizzazione dei 14 giardini visitabili all’interno delle manifestazione. giardino pad. 5L’approfondita conoscenza delle piante ed il loro utilizzo specifico e creativo nella realizzazione delle ambientazioni vegetali sono le doti dei professionisti che il Festival vuole mettere in luce e valorizzare. Ai visitatori non resta che addentrarsi in queste oasi di benessere e prendere spunto per ricreare le stesse suggestioni anche nello spazio verde di casa propria. Il doppio target, pubblico generico e operatori di settore, a cui si rivolge Ortogiardino si riscontra anche nel programma degli incontri che nel weekend affianca la manifestazione.

Si è tenuto venerdì 11 marzo alle 15.30, il convegno organizzato dalla Regione Friuli Venezia Giulia “La giovane agricoltura: una priorità del nuovo Programma di Sviluppo Rurale”, un momento di confronto che si è concluso con l’intervenuto dell’Assessore Regionale alle Risorse Agricole e Forestali, Cristiano Shaurli. Uno dei partner di Ortogiardino è l’Associazione Italiana Giardinieri Professionisti che non a caso ha sede operativa proprio alla Fiera di Pordenone. Scopo di questo sodalizio è la promozione e la tutela del ‘fare giardinaggio’, inteso come lavoro definito e qualificato, correttamente retribuito, che accorpa tante specifiche professionalità. In quest’ottica il giardiniere non dovrà più essere considerato la ruota di scorta del mondo del floro-vivaismo ma un fornitore con cui soggetti pubblici e privati dovranno interfacciarsi nel futuro.

aigpProprio a questa figura professionale si rivolgono gli incontri tecnici che AIGP, in collaborazione con l’Ordine dei Dottori Agronomi e dei dottori Forestali del Friuli Venezia Giulia ha raccolto all’interno di un seminario in programma sabato 12 marzo nella Sala Congressi Zuliani dalle 9.30 alle 13.00 (sessione mattutina) e nella Saletta incontri del padiglione 5 dalle 14.30 alle 18.00 (sessione pomeridiana). “Nuove tecnologie progettuali e metodologie per la gestione in ambito urbano: giardinieri a confronto“, questo è il titolo del ciclo di incontri che tratterà di metodologie e tecniche per il verde urbano e cercherà di codificare formalmente la figura professionale del giardiniere.

convegno-apicoltura-2016-ortogiardinoDomenica 13 marzo alle ore 9.45 nella Sala Zuliani è in programma il tradizionale convegno di apicoltura che quest’anno celebra anche i 40 anni di vita del Consorzio Apicoltori di Pordenone alla presenza del Presidente della Federazione Apicoltori Italiani dott. Raffaele Cirone. Nel Convegno verranno approfonditi, come riporta il titolo “Miele e salute”, gli aspetti salutistici del miele: è buono e ricco di proprietà benefiche, dà energia, riduce l’ansia, aiuta la memoria, rallenta l’invecchiamento, aumenta le difese immunitarie e molto altro ancora. Tra le sostanze dolci è l’unico che deve tutte le sue caratteristiche alla natura (piante e api) poiché non subisce alcuna manipolazione da parte dell’uomo, prima di arrivare sulla nostra tavola. Antonella Canini Professore Ordinario e Direttore del Dipartimento di Biologia dell’Università di Roma – Tor Vergata nel suo intervento “La salute vien mangiando – Componenti rare del Miele Italiano” illustrerà i risultati di approfonditi studi scientifici sul miele che attestano i molti aspetti positivi che può avere sull’organismo dell’uomo soprattutto quando sostituisce gli zuccheri raffinati nella dieta quotidiana. Responsabile delle proprietà benefiche del miele è la sua composizione particolare: zuccheri semplici, vitamine, minerali, oligoelementi, sostanze antibatteriche ed antiossidanti che provengono dal nettare e dagli enzimi aggiunti dalle api.

Sempre domenica 13 marzo alle ore 10.30 nella Saletta del padiglione 5 è un programma un incontro su un tema di stretta attualità a cavallo tra architettura del paesaggio, urbanistica e bioedilizia “Tetti verdi e pareti verdi come soluzione alle problematiche del verde urbano” a cura di Nordest Prati in collaborazione con Due Erre.

Concluderà la manifestazione, alle ore 18 dello stand di Marcolin Covering al padiglione 5, la premiazione del 5° Festival dei Giardini con la consegna degli attestati ai progettisti e realizzatori dei 14 giardini selezionati e visitabili in fiera.

PhotoCredits: Angelo Simonella

 

Comments are closed.