65.000 Visitatori

35.000 MQ

7 Settori

300 Espositori

4 - 12.03.2017

Intervista al presidente Renato Pujatti per la rivista ACER

Home»Blog»Intervista al presidente Renato Pujatti per la rivista ACER
Intervista al presidente Renato Pujatti per la rivista ACER

Quali saranno le novità di Ortogiardino 2022?
Ortogiardino è una manifestazione ricca di novità ogni anno che vengono proposte ai visitatori all’interno di un format consolidato e di successo. Stand commerciali con piante, fiori, attrezzature per la cura del verde, arredo e decori da esterni si alternano a giardini spettacolari, mostre a tema (nel 2022 l’orchidea e i decori da esterni più glamour sono i protagonisti assoluti), mercatini con i prodotti tipici dell’enogastronomia italiana e aree incontri. Le novità sono ovunque perché qui in fiera gli amanti del verde domestico possono trovare tantissime idee e consigli per rinnovare terrazzi e giardini secondo le tendenze più modaiole o in base al proprio estro, seguendo comunque i consigli di vivaisti, progettisti del verde e floricoltori.

Come sarà organizzato il Festival dei Giardini?
Ortogiardino è anche un appuntamento segnato nei calendari di tanti operatori professionali: architetti paesaggisti, vivaisti, agronomi e progettisti del verde pubblico che trovano tra le proposte del Festival dei Giardini spunti innovativi e stimoli per la propria attività. L’evento mette a confronto le migliori idee nella progettazione di giardini su un tema che varia ad ogni edizione: il tema del Festival dei Giardini 2022 proposto dalla direttrice artistica Arch. Giovanna Bellotto è “Da Viaggio a Realtà’”, un invito a riprodurre nei giardini in mostra ricordi e suggestioni vissuti durante un viaggio che ha particolarmente colpito la sensibilità dell’autore. I progetti selezionati dalla commissione tecnica secondo criteri che valorizzano l’abilità tecnica e la conoscenza delle piante, la progettualità, la maturità e l’estro dei progettisti sono realizzati e visitabili all’interno di Ortogiardino. Durante la manifestazione i giardini in mostra, spesso vere e proprie aree relax e benessere esterne, sono sottoposti alla valutazione di addetti ai lavori e pubblico. Una giuria tecnica composta da architetti paesaggisti, rappresentanti di AIAPP, associazione di categoria dei progettisti del verde, e giornalisti di settore assegnano il “Premio Qualità” per la migliore realizzazione e il miglior progetto mentre i visitatori possono esprimere la propria preferenza scegliendo con una votazione il giardino più amato.

Quale riscontro vi aspettate dopo un periodo così difficile per tutti?
Il salone della floricoltura e vivaismo ritorna alla Fiera di Pordenone dal 5 al 13 marzo 2022 dopo due edizioni bloccate dalla pandemia che ha colpito duramente il calendario fieristico pordenonese. Sentiamo fortissima l’attesa dei visitatori così come le aspettative degli espositori che contano su questa fiera per dare nuovo slancio alle loro attività dopo due anni di crollo delle vendite e dei guadagni. Dalle premesse questa sarà una grande edizione con oltre 20.000 mq di aree coperte e il ritorno in fiera di tutti i nostri storici espositori: 300 stand commerciali curati da vivai, floricoltori, rivenditori di prodotti e attrezzature per il giardinaggio, mobili per esterni sono pronti a soddisfare il desiderio di shopping verde dei visitatori. La vendita on line del biglietto ridotto sta andando molto bene e dalle registrazioni vediamo che il pubblico è in arrivo da tutto il Friuli Venezia Giulia, dal Veneto orientale e anche da Slovenia e Croazia. Storicamente proviene dall’estero circa il 10% dei visitatori per lo più con viaggi organizzati dalle agenzie.

Comments are closed.